Cos’ è il tasso di interesse e perché lo trovi dappertutto


Si, è vero, il tasso di interesse è come il prezzemolo: lo trovi ovunque.

E’ giunto il momento di spiegarti in parole semplici di cosa si tratta. Si perché potrà esserti utile conoscere il suo significato, visto che lo troverai in molte situazioni che accompagneranno la tua vita. Un prestito, l’acquisto di una casa, un investimento.

Ecco cosa si intende per tasso di interesse.

Tutti noi quando riceviamo in prestito qualcosa da un amico, che sia la casa per le vacanze, la macchina per un passaggio improvviso, oppure anche cose più semplici, ci sentiamo in dovere di restituire il favore, magari offrendogli una buona cena!

Quando si parla di soldi, i prestiti sono la base per moltissime operazioni, dalle più piccole alle più grandi.

Pensa a quando hai deciso di acquistare casa attraverso un mutuo.tasso-di-interesse-mutuo

La banca ti presta i soldi necessari per comprarla, e attraverso il mutuo restituisci poco alla volta il prestito. Cosa prevede in particolare questo? Che tu debba riconoscere alla banca un premio per averti fornito il servizio, e quel premio si chiama tasso di interesse.

Così come per i soldi prestati dalla banca per l’acquisto della casa, allo stesso modo dovrai riconoscere un tasso di interesse per i prestiti in denaro.

Quando si tratta di investimenti invece i ruoli si invertono: prendi le obbligazioni per esempio.

Una obbligazione è un prestito. La banca ti chiede dei soldi in prestito, ed in cambio ti darà una obbligazione, uno strumento che la “obbliga” appunto a rimborsarti i soldi entro una certa data, ed in alcuni casi anche a premiarti con dei pagamenti durante la durata del prestito.

Il tasso di interesse è un costo: è il costo del denaro che riceviamo in prestito.

Chi decide il tasso di interesse? Chi decide quanto dobbiamo premiare per un prestito?

Nel caso dei prestiti di denaro e dei mutui, il tasso di interesse è deciso dalle banche.

Questo vuol dire che tutte le banche (quelle europee nel nostro caso) avranno un “premio” di riferimento, chiamato Euribor. Questo è il tasso di interesse al quale le banche stesse si prestano denaro tra loro, ed è lo stesso “premio” che chiedono ai propri clienti che richiedono un mutuo o un prestito.

Oltre a questo ovviamente, ti chiederanno un ulteriore premio per il servizio che ti stanno offrendo (altrimenti non otterrebbe un guadagno, e tutte le banche offrono i propri servizi per un guadagno).

Nel caso degli investimenti il discorso diventa più complicato. Il premio sarà diverso tanto più saranno diverse alcune informazioni:tasso-di-interesse

  • la durata del prestito
  • la persona o l’ente che chiede i soldi
  • la storia dell’emittente

Più sarà lungo il prestito, tanto più tu che hai prestato soldi chiederai un premio maggiore. Infatti dovrai rinunciare per più tempo ai tuoi soldi, e ti deve essere riconosciuto un premio per questo.

Se presti soldi (sempre ricevendo in cambio una obbligazione) a una persona od un ente che li utilizzerà per operazioni rischiose, corri il rischio tu stesso di non ricevere indietro il tuo prestito. Per questo anche in questo caso riceverai un “premio” maggiore.

E ancora se la persona cui presti i soldi in passato ha avuto difficoltà a rimborsare i propri debiti, correrai il rischio di non vedere nemmeno tu indietro i soldi.

Questo ragionamento è quello che muove in generale tutti i tipi di investimento.

In questo articolo ti spiego in modo semplice cosa significa investire soldi: leggi l’articolo.

Quando si parla di prestiti di denaro quindi, bisogna tenere in considerazione il tasso di interesse.

Nessuno dà qualcosa in cambio di nulla!

In questo momento storico sta succedendo una cosa che non capitava da tantissimo tempo.

Il tasso di interesse usato dalle banche per scambiarsi denaro, l’Euribor, usato come riferimento per i mutui ed i prestiti, è sotto zero!

Significa che scambiarsi denaro non ha alcun costo, anzi ha un vantaggio. Ma non per le persone che chiedono un mutuo o un prestito. Anche se il tasso di riferimento è meno di zero, la banca ti chiederà comunque un “premio” per il servizio, e dovrai pagare per avere un presto.

Su questa pagina trovi il valore di questi tassi di interesse ad oggi–> Tassi di interesse

Solamente in antichità, e ancora oggi in rari casi nella finanza islamica, il tasso di interesse era considerato immorale, e i prestiti di denaro non prevedevano un premio, perché era considerato come usura!

Ora la situazione è cambiata, ed ottenere soldi e prestiti senza un costo non è più possibile.tasso-di-interesse-premio

Ricorda di tenere sempre in mente il tasso di interesse quando senti parlare di prestito, e ricorda che

il tasso di interesse è un costo: è il costo del denaro che riceviamo in prestito.

Alla prossima!

Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *