(dup) Tema 3: la gestione degli immobili


Se pensi al tuo patrimonio come l’insieme di tutta la tua ricchezza, ti accorgi che ci sono degli aspetti che curi poco, o curi male.

E non c’è la banca ad aiutarti nel farlo, perché il suo focus è su quei problemi di cui ha un maggiore interesse: il denaro e gli investimenti.

Se guardi al tuo patrimonio visto dall’alto, probabilmente risulterà così: 

il 78% degli italiani ha una casa di proprietà, che nella maggior parte dei casi rappresenta la parte più grande del patrimonio della famiglia.

Prova a pensare a quante famiglie conosci che hanno 1 o 2 case (del valore in media di 150.000€ l’una) ed hanno come risparmi valori al di sotto della metà del valore della singola casa.

La proprietà immobiliare è troppo spesso vista come qualcosa di distaccato rispetto al patrimonio: questo è dovuto al fatto di aver considerato da sempre la casa come un bene che non perde mai valore.

Ma se la considerassimo come una parte di patrimonio tradizionale, un investimento su cui si destina parte dei propri soldi, negli ultimi 10 anni avremmo visto una drastica perdita di valore (dovuta per lo più alla diminuzione delle compravendite in Italia).

Anche il mercato immobiliare funziona come qualsiasi mercato in condizione di scambio merci/servizi: i prezzi sono definiti dal rapporto tra domanda ed offerta. A seguito della crisi sempre meno persone si sono dedicate all’acquisto di casa, per questo i venditori hanno dovuto diminuire i prezzi per cercare di ridurre il tempo necessario per la vendita.

E’ necessario quindi fare una grossa differenza tra immobili abitativi, ed immobili da investimento: a prescindere dall’immobile dove si decide di vivere, se si opta per l’acquisto di un immobile come investimento è necessario fare le valutazioni base che si fanno per qualsiasi investimento.

Quanto mi costerà la gestione di questo immobile?

Quando denaro iniziale dovrò destinare al rifacimento/ammodernamento dello stesso?

Quali saranno le spese annuali che dovrò sostenere per il mantenimento?

Solo partendo da questo si potrà poi verificare se le entrate (l’affitto o la rivendita) faranno sì che questo possa essere un investimento in profitto.

 Il mattone non dà più le certezze di un tempo, è necessario fare valutazioni molto più approfondite

 

Cosa puoi fare

  • fai la lista costi entrate dei tuoi immobili

  • fai una valutazione della rendita catastale

  • trova un network adeguato nel caso tu voglia fare un investimento

  • considera la casa come parte del tuo patrimonio

Posso aiutarti nella valutazione della rendita dei tuoi immobili, e nel trovare alternative di reddito che possano essere adeguate alla tua situazione patrimoniale.

Per avere questa opportunità senza impegno scrivimi a info@finanzaefficace.it

A presto!

Alessandro